STOA' CONSIGLIA

 

GRAZIE DON ALBERTO!

Dal primo settembre, Don Alberto Lolli, da tre anni Assistente Spirituale di Stoà (e da tredici coadiutore nella Parrocchia di San Giovanni Battista in Busto Arsizio) ha iniziato una nuova e affascinante avventura a Seveso: è stato nominato Direttore del nuovo Centro Pastorale Ambrosiano.
Festeggeremo don Alberto DOMENICA 15 SETTEMBRE, con il seguente programma:
- ore 10.00 Santa Messa in Basilica San Giovanni, presieduta da Don Alberto
- ore 12.45 Pranzo a Buffet in Oratorio San Luigi (Via Miani 3)
- ore 14.30 Foto, Video e Giochi per don Alberto, preparati da Adolescenti e Giovani

Tutti i giovani di Stoà e che da Stoà sono passati lo ringraziano dal profondo del cuore, per il bene che ha saputo donare a ciascuno e per aver sempre creduto in questo "portico", da idea germinale a frutto che ora in tanti possono gustare.
Il suo indirizzo e-mail, a cui poterlo contattare, è ancora Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.Â">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
Da questa pagina, è possibile scaricare l'articolo su Don Alberto, uscito su Avvenire di domenica 8 settembre 2012.

Di seguito, il saluto di Don Alberto, ennesimo gesto di affetto per ciascuno di noi.


"DA UN ACCAMPAMENTO ALL'ALTRO" (Gen 12,9)
Carissimi,
forse, come sempre, arrivo in ritardo, forse il vento ha già portato notizie di me... Ma ci tengo a confidarvi personalmente che, dopo tredici anni in questo accampamento, levo la mia povera tenda e parto.
In fondo la vita ci ha insegnato che tutti noi alloggiamo semplicemente in tende, come ci racconta il cammino mai interrotto iniziato con Abramo.
Il mio nuovo riparo sarà a Seveso, per continuare l'avventura qui cominciata; sarò direttore del Centro Pastorale Ambrosiano ancora da progettare.
(per saperne di più leggete qui)
Nonostante la grande struttura, sarà pur sempre per me una capanna fatta di nuvole, come quella che fu di protezione ai fratelli ebrei. Il mio vero rifugio rimarrà il Cielo e l'Altissimo che vi abita. Per questo vi chiedo di non premurarvi per nulla, perché di nulla ho bisogno in questo trasloco. Mi basta il vostro affetto e la vostra preghiera.
Se poi, qualcuno proprio volesse dare un segno concreto, lo offra al Centro Giovanile Stoà, il sogno che insieme abbiamo realizzato, perché continui ad essere per tutta la città di Busto Arsizio una lampada posta sul monte per illuminare il cammino (info qui).
Cominciate ad abbracciare la mia gratitudine verso Dio e verso ciascuno di voi, per i deserti attraversati insieme che ci hanno fatto sognare la Terra della Promessa.
Venitemi a trovare, come sempre avete fatto. Io sarò lo stesso.
E ora vi benedico con un abbraccio pieno di affetto.
vostro don Alberto
CONTATTACI o SEGUICI SU

CENTRO GIOVANILE STOA'