STOA' CONSIGLIA

 

FRATELLI KARAMAZOV

Fëdor Michajlovic Dostoevskij
Un romanzo della Speranza nel Realismo. Senza la presunzione di una recensione, queste poche righe sono un tentativo di tratteggiare emozioni e riflessioni al termine della lettura dei "Fratelli Karamazov", testo senza tempo di Dostoevskij. In una Russia dell'Ottocento avvertiamo, seguendo la vicende dei fratelli Karamazov e del padre Fëdor Pavlovic Karamazov, le tensioni dello spirito, della ragione e dell'esistenza che attraversano, con una forte connotazione paradigmatica, il tempo storico dell'ambientazione. Fin dall'inizio del romanzo, si avverte in maniera netta il quasi surreale eccesso negli atteggiamenti e negli animi dei protagonisti. Ma questi tratti "surreali", ad una lettura non superficiale, sono le medesime tensioni, che vivono gli uomini d'ogni tempo. Mille pagine che scorrono veloci, con cambi di ritmo narrativo magistrali che hanno la capacità di trasmettere al lettore grandi emozioni. Un romanzo immancabile tra le letture della maturità. Una segnalazione, del tutto personale, a favore del più piccolo dei fratelli, Aleksej Fëdorovic Karamazov, apparentemente solo spettatore delle vicende ma cuore vero e reale del testo (imperdibile il suo rapporto con lo Ieroschimonaco starec Zosima). Una lettura che, al suo termine, non potrà che farci esclamare "Urrà per Karamazov"!
CONTATTACI o SEGUICI SU

CENTRO GIOVANILE STOA'